Screenshot_20210420-120301_Gallery-560x318.jpg

PEC: va rinnovata tempestivamente la notifica se la casella del destinatario è piena

La Corte di Cassazione civile, Sez. III, con sentenza 20 dicembre 2021 n. 40758, ha stabilito che a notificazione non perfezionatasi per fatto imputabile al destinatario impone una nuova tempestiva notifica presso il domicilio fisico. Pertanto se l’avvocato notificatore non rinnova tempestivamente la notifica presso il domicilio fisico dopo la notifica via PEC non perfezionatasi, l’impugnazione è inammissibile.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram