Screenshot_20210420-120239_Gallery-560x317.jpg

L’andamento del rapporto di conto corrente va provato dalla banca

La Corte di Cassazione civile, Sez. VI-1, con ordinanza del 3 settembre 2021 n. 23856, ha stabilito che, qualora una banca intenda far valere un credito derivante da un rapporto di conto corrente, deve provare l’andamento dello stesso per l’intera durata del suo svolgimento, dall’inizio del rapporto e senza interruzioni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram